Journal Stile di vita

Motori che si insinuano sotto pelle

L'articolo di Huevo BikeXpert

Werner Businger è uno di noi. Ma il suo cuore non batte esclusivamente per la moto. Il meccanico delle due ruote ha realizzato il suo sogno di gioventù e oggi lavora con macchine decisamente più piccole, che comunque producono un ronzio: fa il tatuatore. Dal 2013 riceve i suoi clienti abituali e nuovi nell’«Old Century Tattoo» a Coira, munito di ago, inchiostro e un largo sorriso. Lo abbiamo osservato mentre lavora.

  • bfu_stayinalive_journal_tattoo_retina_3.jpg
1/1 Proprio come in moto, anche nei tatuaggi non esiste margine d’errore. La gomma da cancellare non si può usare, quindi è richiesta la massima concentrazione.

Cosa accomuna le moto e i tatuaggi?

Azzardo un paragone con il settore delle costum bike: riuscire a dotarle di un pezzo speciale è una sensazione fighissima. Si tratta di individualità, espressione, distinguersi dalla massa. Lo stesso discorso vale anche per i tatuaggi.

La maggior parte della tua clientela arriva col casco in mano?

Spesso vengono scelti soggetti da tatuaggio raffiguranti una moto. La cosa bella di questi tatuaggi è che si tratta praticamente sempre di soggetti personali con un grande significato emozionale. Ad esempio, la moto del papà, o il proprio bolide curato e coccolato. Credo di avere così tanti centauri come clienti perché è un mondo che mi appartiene. Inoltre, incide anche il fatto di avere un argomento in comune di cui parlare durante l’appuntamento. Certamente tutto ciò è determinante per l’elevata percentuale di clienti abituali: ca. l’80%.

Quali sono i soggetti preferiti dai centauri?

È difficile generalizzare. Ho già tatuato numerosi caschi, candele, pistoni o interi veicoli. Singolarmente o in modo astratto, combinati con altri elementi. Anche se non posso e non voglio specializzarmi in un determinato stile, è vero che gran parte dei clienti sceglie soggetti da moto in stile «tradizionale».

«Le mode vanno e vengono. I tatuaggi rimangono.»

Un vero centauro è immune al dolore. Puoi confermarlo o ti capita spesso tutto il contrario?

Anche qui è difficile generalizzare. Ho già avuto motociclisti grandi e grossi che sono quasi svenuti e ragazze 18enni che sono rimaste ferme per ore. Ovviamente, anche il contrario.

I tatuaggi sono totalmente in voga e vieppiù considerati rispettabili e presentabili. Qual è il futuro del tuo settore? Credi che questo trend prima o poi finirà?

Le mode vanno e vengono, ma quasi nessuno dei miei clienti segue la moda. Ognuno sceglie un disegno individuale. Tuttavia fa piacere che i tatuaggi si affermino sempre di più nella società e non ci siano più troppe persone che storcono il naso quando li vedono.

Mettiamo che voglia fare il mio primo tatuaggio. Che soggetto mi consigli da bravo tatuatore?

Innanzitutto, vieni da me (ride). A parte gli scherzi: informati bene! Osserva lo stile che meglio corrisponde alla tua persona. Prendi in considerazione anche studi non necessariamente vicini, perché il tatuaggio poi ti resta per tutta la vita. Non risparmiare, ma non farti nemmeno imbrogliare. Visita diversi studi. Confronta i disegni dei vari artisti. Noti asimmetrie dove non dovrebbero essercene? Ti piacciono i soggetti che hai visto? Che impressione hai dello studio? È pulito? Ti senti a tuo agio? Oggigiorno, per una prima impressione puoi anche consultare le valutazioni online. Per quanto mi riguarda, ho fatto toccare la mia pelle solo a tatuatori professionisti con cui sono riuscito a instaurare un legame anche dal punto di vista umano. Parla con la persona: noterai abbastanza presto se è sulla tua lunghezza d’onda.

  • bfu_stayinalive_journal_tattoo_retina_5.jpg
  • bfu_stayinalive_journal_tattoo_retina_4.jpg
  • bfu_stayinalive_journal_tattoo_retina_2.jpg
  • bfu_stayinalive_journal_tattoo_retina_1.jpg
1/4 All’«Old Century Tattoo» di Coira vale: Bikers Welcome.

«Chi utilizza il laser semplicemente per eliminare un tatuaggio fatto solo perché andava di moda, purtroppo non ne ha colto il senso.»

Hai già rifiutato tatuaggi a qualcuno? Qual è il limite che non sei disposto a superare?

I soggetti politici, tutto ciò che è di estrema destra o che aggredisce minoranze o gruppi emarginati: li rifiuto categoricamente. Non siamo tenuti a fare tutto.

Cosa ne pensi dell’eliminazione di tatuaggi con il laser?

Mettiamola in questo modo: se usato per ottenere coperture più pulite il laser è uno strumento utile. Chi invece utilizza il laser semplicemente per eliminare un tatuaggio fatto solo perché andava di moda, purtroppo non ne ha colto il senso. Bisogna pensarci non una, ma tre volte.

«Non risparmiare sui tatuaggi, ma non farti nemmeno imbrogliare.»

Per quanto riguarda la tua attività, qual è la cosa che ti rende più orgoglioso?

Il fatto che dopo così tanti anni amo ancora questo lavoro, ho il mio studio proprio e riesco a mantenere la mia famiglia. Approfitto per ringraziare di questo tutti i miei clienti.

E per concludere ti chiediamo di raccontarci l’esperienza più bizzarra o più divertente della tua carriera di tatuatore.

(Ride) Nel corso degli anni come tatuatore ne ho viste di tutti i colori: clienti che si sono presentati ubriachi all’appuntamento o si sono addormentati, se la sono fatta addosso o hanno vomitato. E, naturalmente, molte idee di tatuaggi folli. Ma queste sono le eccezioni. In linea di massima nel mio studio tutto si svolge in modo abbastanza civile.

Altri articoli sull’argomento
Stile di vita
Tutti i contributi di Huevo BikeXpert